Skip to main content

Posts

Showing posts from 2019

Albert Einstein, il pesce e l'acqua

La "Rivista Studio" in Chi ha detto «Un pesce non sa nulla dell’acqua in cui nuota»? ricostruisce sommariamente l'origine della citazione attribuita, anche se con formulazioni diverse, non solo ad Einstein.
Per quanto riguarda il grande scienziato, la citazione compare anche nel "Volume 14: The Berlin Years: Writings & Correspondence, April 1923-May 1925". Riporto il passo nell'originale tedesco e nella versione inglese visualizzato in The Digital Einstein Papers.
324. To Moritz Katzenstein    Wien, 22.IX.24. Lieber Freund! Es ist sonst nicht meine Art, in eigenen Angelegenheiten zu jemand mich zu wenden. Aber der Fisch kann das Wasser nicht sehen, in dem er schwimmt, und ich kann mich noch so sehr anstrengen und weiss nicht sicher, was gut ist. 324. To Moritz Katzenstein    Vienna, 22 September 1924 Dear Friend, It is not my custom to turn to others with personal matters. But a fish cannot see the water he swims in, and try as I might, I don’t kn…

Luna e lume

Neuroscienze e culture / Brain science and cultures, Firenze 4-6 aprile 2019

Info sul convegno 
                                                   Conference info    

Barcellona: #civismoTRAM

California: moratoria sulla pena capitale

"... È di questi giorni la notizia che il Governatore della California, ex sindaco di San Francisco, Gavin Newsom, ha deciso di sospendere la pena capitale nel suo Stato e ha bloccato l’uccisione di 737 persone attualmente detenute nel braccio della morte, con la conseguente chiusura della “camera della morte” di San Quintino. I giornali ci informano che in California si concentra un quarto del totale USA dei condannati a morte, circa 3000 persone, in attesa dell’iniezione legale. L’impegno del Governatore democratico Newsom è di impedire tutte le esecuzioni durante il suo mandato dal momento che non ha il potere di abolire la pena di morte: glielo vieta la volontà popolare. Infatti negli ultimi sei anni ci sono stati due referendum sull'abolizione della pena di morte e ogni volta i cittadini californiani hanno votato per mantenerla..."
LEGGI l'articolo di Domenico Gallo "Dalla California una lezione contro il populismo penale".
Il testo dell'Executive …

Lianne La Havas "Starry Starry Night" (Loving Vincent OST)

Il coraggio di Nice

Oggi, in occasione della Giornata internazionale contro le mutilazioni genitali femminili: zero tolleranza per le MGF / International Day of zero tolerance for female genital mutilation (FGM), Angelo Ferrari sul sito dell'Agenzia giornalistica Italia (AGI) traccia un profilo di Nice Nailantei Leng’ete, una donna Maasai che è riuscita a introdurre nel suo villaggio un rito alternativo che conserva la tradizione ma bandisce la mutilazione.

"... Nice Nailantei Leng’ete lotta da una vita, da quando ha 9 anni, oggi 28enne, per restituire dignità alle bambine africane. “Una lotta contro l’indifferenza”, come le[i] dice. Nice, operatrice di Amref Health Africa, è nata in una tribù di pastori ed è cresciuta in un villaggio rurale ai piedi del monte Kilimangiaro. All’età di 9 anni è fuggita, ha detto no con coraggio alla zia che voleva sottoporla alla mutilazione genitale, come è da tradizione nel popolo Maasai..."

Emilio Del Giudice sulla fisica delle “basse energie”

Emilio Del Giudice -->>

Sicurezza stradale: come aprire le portiere dell'auto

Questo video in lingua spagnola fa vedere come si fa.

Su l'ANSA/Motori la descrizione della tecnica in lingua italiana in Come evitare di stendere un ciclista con la portiera dell'auto. Una tecnica ribattezzata "all'olandese" migliora la sicurezza. Il video citato, in lingua inglese, lo si trova qui.

Le foreste: un valore inestimabile

Su "Gli Stati Generali" un'intervista lunga e densa di informazioni al torinese Giorgio Vacchiano che la rivista Nature (settembre 2018) ha considerato tra i massini esperti nel suo campo: i modelli matematici per la gestione forestale.
Vacchiano ripercorre le tappe della sua carriera scientifica, racconta della necessità di condurre una parte dei rilievi visitando boschi e foreste, dà informazioni preziose anche sullo stato della realtà forestale italiana.
Attualmente sta lavorando a un modello su scala europea in collaborazione con il servizio forestale canadese.
La sua passione per le foreste, come rete di relazioni tra diversità, affiora da queste sue parole: "al di là della curiosità scientifica, al di là della ricerca, c’è la bella sensazione che si prova entrando in una foresta. Si diventa più calmi, più rilassati, si smette di pensare alle seccature, ai problemi quotidiani, e ci si rivitalizza. In questo senso le foreste hanno un potere straordinario."…

Il diritto alla città storica

"... Nella seconda metà del secolo scorso l'Italia ha fondato la cultura della conservazione e del recupero dei centri storici. Fu Antonio Cederna a capire per primo che la città antica è un complesso unitario, non un assortimento di edilizia minore e di architetture più o meno importanti. Leggo solo qualche riga da quel testo fondativo dell'urbanistica moderna che è l'introduzione a I vandali in casa, del 1956: Il carattere principale di questi antichi centri di città non sta nei "monumenti principali", ma nel complesso contesto stradale ed edilizio, nell'articolazione organica di strade, case, piazze, giardini, nella successione compatta di stili e gusti diversi, nella continuità dell'architettura "minore", che di ogni nucleo antico di città costituisce il tono, il tessuto necessario, l'elemento connettivo, in una parola l' "ambiente" vitale..."

L'intervento di apertura al convegno Il diritto alla città storica

Treno ad alta velocità (TAV) Torino-Lione e pregiudizi cognitivi

Di recente, un esponente governativo ha affermato: "Io sono a favore, l'ho sempre detto che se c’è un’opera a metà va finita..."  Se si consulta sul sito "Economia comportamentale" l'elenco dei pregiudizi bias rilevanti per le decisioni finanziarie, lo si riconosce in sunk-cost bias / costo irrecuperabile, ed è così definito: "tendenza a continuare un’attività non proficua a causa dei costi non recuperabili già investiti in quella attività".

Dei bias cognitivi, "costrutti fondati, al di fuori del giudizio critico, su percezioni errate o deformate, su pregiudizi e ideologie; utilizzati spesso per prendere decisioni in fretta e senza fatica" si occupa anche la rivista on line "State of mind. Il giornale delle scienze psicologiche".

The ASJP Database / La base di dati ASJP

The Automated Similarity Judgment Program (ASJP) is a collaborative project applying computational approaches to comparative linguistics using a database of word lists / Il programma automatizzato di valutazione della similarità (ASJP) è un progetto collaborativo che applica un approccio informatizzato alla linguistica comparativa utilizzando una base di dati di parole.

Istruzioni per scaricare la base di dati.
Tutte le info su Wikipedia anche in francese e tedesco.