Skip to main content

Un nuovo tipo di divario digitale / A new type of digital divide

"La diffusione delle nuove tecnologie non solo non ha ridotto l'analfabetismo di ritorno: lo ha intensificato. E si approfondisce un nuovo tipo di digital divide. Non intercorre fra chi utilizza e chi non utilizza le nuove tecnologie. Separa, molto più radicalmente, i pochi capaci di servirsi consapevolmente delle nuove tecnologie per navigare nell'oceano sempre in divenire dei saperi, da una parte, e, dall'altra, i molti dotati di tecnologia ma non di cultura, che vedono solo frammenti di informazioni e sono ciechi sulle loro interconnessioni. Le nuove tecnologie sono strumenti che per risultare utili alla formazione della persona hanno bisogno di mappe, di chiavi di lettura, di una maggiore capacità culturale."
Mauro Ceruti, Il tempo della complessità, Raffaello Cortina, Milano 2018.

Comments

Popular posts from this blog

Digiwhist: un progetto europeo anticorruzione

A facilitare il compito di chi punta a scrutare da vicino le gare è Digiwhist, un progetto europeo che punta a raccogliere, organizzare e rendere disponibili in maniera più semplice e chiara i dati sugli appalti pubblici di 35 Paesi europei (i 28 Stati membri dell’Ue più la Norvegia, la Svizzera, l’Islanda, la Serbia, la Georgia, l’Armenia e le istituzioni europee). I membri di Digiwhist – un consorzio formato da sei istituti di ricerca europei – hanno presentato il loro progetto, pensato all’interno del programma Horizon 2020, in occasione di una conferenza del Parlamento europeo a Bruxelles. L’obiettivo di Digiwhist è duplice: da un lato vuole fornire agli eurodeputati, ai giornalisti e agli attori della società civile strumenti che permettano di seguire il percorso dei finanziamenti pubblici usando l’immensa quantità di dati che le amministrazioni pubbliche rendono disponibili (i cosiddetti Big data); dall’altro saranno le stesse amministrazioni a poter usare Digiwhist per miglior…

La Regione Piemonte sulla sperimentazione animale

È stato approvato ieri mattina, con emendamenti, dal Consiglio regionale il progetto di legge (PdL) n. 140 "Norme in materia di promozione dei metodi sostitutivi alla sperimentazione animale e istituzione del Comitato etico regionale per la promozione di metodologie sostitutive alla sperimentazione animale".
Il comunicato stampa sul sito del Consiglio regionale.
Il dossier virtuale e l'iter del PdL n. 140.