Skip to main content

Posts

Showing posts from September, 2014

Sul referendum in Catalogna 2014

La Corte costituzionale spagnola ha accolto all'unanimità i ricorsi presentati dal governo centrale contro la legge catalana sulle consultazioni popolari non referendarie e il decreto di convocazione della consultazione sul futuro politico della Catalogna.
La legge e il decreto sono sospesi per un periodo massimo di cinque mesi.

I documenti
LLEI 10/2014, del 26 de setembre, de consultes populars no referendàries i d'altres formes de participació ciutadana
DECRET 129/2014, de 27 de setembre, de convocatòria de la consulta popular no referendària sobre el futur polític de Catalunya
Il comunicato stampa e i testi dei provvedimenti di accoglimento dei ricorsi sono stati pubblicati il 29 settembre 2014 sul sito del Tribunal Constitucional.

Domani, a Venezia...

Info-->>

Test del DNA e processo penale

Un saggio e uno studio italiani.

Francesca Poggi, Università degli studi di Milano, Tra il certo e l’impossibile. La probabilità nel processo, in Diritto e questioni pubbliche, n. 10 (2010).
Abstract "Questo saggio si propone di esaminare alcuni degli errori più frequenti relativi alla comprensione dei dati probabilistici e, sulla base di tale analisi, di muovere alcune critiche nei confronti di recenti indirizzi giurisprudenziali che sembrano fondati anch’essi su erronee interpretazioni di dati o leggi espressi in termini probabilistici. In particolare, è esaminata la rilevanza dei dati probabilistici nell’ambito del c.d. test del DNA e della prova del nesso causale nei reati omissivi impropri."

"L'ultima frontiera della genetica forense si chiama touch DNA ed è il DNA che viene lasciato toccando semplicemente oggetti o persone. Questa impronta biologica è diventata in numerosi processi penali la prova inconfutabile della colpevolezza di una persona. Uno studio …

Guarani a Milano, 29 settembre 2014

Sul referendum in Scozia 2014

Internazionale.it offre una panoramica della stampa internazionale dal titolo Il referendum sull’indipendenza scozzese visto dal resto del mondo.

Il sito del governo scozzese dedicato al referendum. Contiene una apprezzabile sezione di Questions & Answers.

Il blog Scotland's Referendum: informing the debate della University of Edinburgh.
Su Opendemocracy.net sono elencati gli articoli sul referendum in Scotland's future.

Terremoti in Italia: carta tematica (1985-2014)

La carta, in formato 70×100, mostra la localizzazione di circa 20.000 terremoti con magnitudo uguale o maggiore di 2.5 registrati dal 1 gennaio 1985 al 30 giugno 2014 dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV, estratti dal database ISIDE.
La carta è stata realizzata e presentata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia in occasione del Convegno "La salvaguardia del territorio e della popolazione dal rischio sismico" organizzato dal Consiglio nazionale dei geologi e dall’Ordine dei geologi della Regione Marche (San Benedetto del Tronto, 11-12 settembre 2014).
Per approfondire-->>

"Ryot News", tra giornalismo e attivismo

“Ogni notizia deve portare a una chiamata all’azione”, ha detto Molly Swenson, Chief Operating Officer di Ryot News sul palco del #TEDxBerlin la scorsa settimana. L’idea del portale, nato nell’ottobre del 2012, è quella di connettere ogni possibile notizia a una conseguenza, chiamando i lettori all’azione. Ogni articolo di Ryot News viene infatti pubblicato con un box “Take action!”, connettendo direttamente chi legge con Ong, associazioni o petizioni connesse ai temi trattati nel pezzo. “Ryot”, che si legge come “riot”, è una parola che in Hindu significa “contadino” e identifica una persona intoccabile e senza voce...
L'articolo di approfondimento Ryot News, il giornalismo come azionecontinua su "European journalism observatory (EJO)".

Se per "cultura" intendiamo...

tirar soldi dai turisti mostrando quanto eravamo intelligenti e creativi secoli or sono, a me sembra che stiamo sbagliando qualcosa. Cultura vuol dire darsi gli strumenti per essere intelligenti e creativi, noi, oggi.

La citazione è tratta dall'articolo di Carlo Rovelli, Incultura scientifica debolezza del nostro paese, pubblicato su ROARS (Return on academic research).