Skip to main content

Una ricerca sui wiki e la costruzione di conoscenza collaborativa

Ulrike Cress and Joachim Kimmerle nel loro saggio (open access, pubblicato on line il 10 gennaio 2008) “A systemic and cognitive view on collaborative knowledge building with wikis” sull'International Journal of Computer-Supported Collaborative Learning propongono un modello che permetta di comprendere meglio la costruzione di conoscenza collaborativa attraverso i wiki. Lo sfondo teorico è costituito dalla teoria dell'autopoiesi dei sistemi sociali di N. Luhmann e dalla teoria dell'equilibrazione (equilibration) delle strutture cognitive di J. Piaget. Il sistema sociale in questo caso è rappresentato dai wiki, i sistemi cognitivi dagli utilizzatori/autori. Il modello proposto tenta anche di dimostrare l'azione reciproca (interplay) che si instaura tra wiki e sistemi cognitivi individuali. Due esempi a sostegno del modello: l'evoluzione delle voci su “Computer-supported collaborative learning (CSCL)” e “AIDS-origin” in Wikipedia.

Comments

Popular posts from this blog

Marco D'Eramo presenta "Il selfie del mondo"

La città turistica come messinscena: un estratto dal saggio di Marco d’Eramo, Il selfie del mondo. Indagine sull’età del turismo, sul sito dell'associazione "cheFare".

Agenda Ambientalista 2018

L’Agenda Ambientalista 2018 con le sue proposte vuole costituire un contributo alla ri-conversione ecologica del Paese rivolto alle forze politiche che si confrontano nella campagna per le elezioni nazionali 2018 e in vista del confronto sul programma del nuovo Governo con il Presidente del Consiglio, che sarà incaricato. Le 23 Associazioni promotrici dell’Agenda Ambientalista 2018 sono: Accademia Kronos, AIIG, Associazione Ambiente e Lavoro, CTS, ENPA, Fare Verde, Federazione Pro Natura, FIAB, Forum Ambientalista, Greenpeace Italia, Gruppo di Intervento Giuridico Onlus, Gruppi di Ricerca Ecologica, Italia Nostra, Legambiente, LIPU, Marevivo, Mountain Wilderness, Rangers d’Italia, SIGEA, Slow Food Italia, TCI, VAS, WWF. LEGGI LE PROPOSTE sul sito del Gruppo d'Intervento Giuridico.