Skip to main content

A Torino il primo master nazionale in "medicina moderna"

"È la medicina basata sull’evoluzione ed integrazione dei farmaci non convenzionali (quali omeopatia, agopuntura, fitoterapia ed altre), che diventano Medicinali diluiti dinamizzati (MDD).

Sono stati presentati oggi [da intendersi: 5 ottobre 2011], presso l’ospedale Molinette di Torino, il “1° Master nazionale di II° livello in Medicina ModernaIntegrazione di Terapie efficaci convenzionali e non convenzionali” e la neonata Fondazione Global Health. E’ la prima iniziativa di questo genere in Italia.
Il Corso inizierà l’8 ottobre 2011 presso il COI (Cooperazione Odontoiatrica Internazionale – Dental School in via Nizza, 230), organizzato dall’ospedale Molinette di Torino (diretto dal dottor Emilio Iodice) e dal professor Beppe Rocca, è inserito in un programma di ricerca nell’ambito di quella che viene definita in un modo un po’ ardito ma emblematico “Medicina Moderna”. Si articolerà in dieci moduli didattici da ottobre a luglio di due giornate ciascuno.

Il progetto di Medicina Moderna integra l’esperienza clinica dei casi pratici dell’omeopatia con la Biologia molecolare, le Neuroscienze e la ricerca sullo stress. Questo nuovo concetto di Medicina assomiglia alla Fisica moderna e quantistica, in particolare all’effetto biologico sulla Fisica e si basa sull’uso moderno dei medicinali omeopatici applicati alle Neuroscienze, alla biologia molecolare ed allo stress..."

La notizia e l'approfondimento del tema proseguono su Microscopio, testata giornalistica di informazione medico scientifica.

Informazioni sul master [integrazione del 2 settembre 2014].

Comments

Popular posts from this blog

Marco D'Eramo presenta "Il selfie del mondo"

La città turistica come messinscena: un estratto dal saggio di Marco d’Eramo, Il selfie del mondo. Indagine sull’età del turismo, sul sito dell'associazione "cheFare".

Agenda Ambientalista 2018

L’Agenda Ambientalista 2018 con le sue proposte vuole costituire un contributo alla ri-conversione ecologica del Paese rivolto alle forze politiche che si confrontano nella campagna per le elezioni nazionali 2018 e in vista del confronto sul programma del nuovo Governo con il Presidente del Consiglio, che sarà incaricato. Le 23 Associazioni promotrici dell’Agenda Ambientalista 2018 sono: Accademia Kronos, AIIG, Associazione Ambiente e Lavoro, CTS, ENPA, Fare Verde, Federazione Pro Natura, FIAB, Forum Ambientalista, Greenpeace Italia, Gruppo di Intervento Giuridico Onlus, Gruppi di Ricerca Ecologica, Italia Nostra, Legambiente, LIPU, Marevivo, Mountain Wilderness, Rangers d’Italia, SIGEA, Slow Food Italia, TCI, VAS, WWF. LEGGI LE PROPOSTE sul sito del Gruppo d'Intervento Giuridico.