Skip to main content

La solitudine dei lavoratori

Lasciateci dire che la polemica di Ken Loach sul Torino Film Festival è un buon inizio […] Dov'è ... il buon inizio? Nel fatto che tra tanti eventi cinematografici alimentatati dalle polemiche sul push up di questa o quell'attrice o sui muscoli dell’ultimo 007, ce ne sia uno in cui ci si scontra sulle regole del mondo del lavoro, sulla condizione di vita dei milioni di persone costrette alla precarietà o a una paga da pochi euro all'ora.
Fonte: Riflettori puntati sul lavoro, di Paolo Griseri, "La Repubblica, [sezione:] Torino", 22 novembre 2012.

Al di là delle questioni sottoposte [l'autore si riferisce ai quesiti dei referendum sul lavoro], è indubbio che oggi la condizione lavorativa sia sconosciuta all'opinione pubblica. C'è una solitudine politica, sociale e soprattutto culturale attorno al lavoro.
Fonte: La solitudine del lavoratore, di Giorgio Gardiol, pubblicato sul numero corrente di "Riforma. L'eco delle valli valdesi".

Comments

Popular posts from this blog

Derek Walcott "Alla fine di questo verso c'è una porta che si apre"

Derek Walcott (1930-2017) sul sito "Letteratura" di Rai Cultura

Marco D'Eramo presenta "Il selfie del mondo"

La città turistica come messinscena: un estratto dal saggio di Marco d’Eramo, Il selfie del mondo. Indagine sull’età del turismo, sul sito dell'associazione "cheFare".