Skip to main content

Italia, disastri idrogeologici: tra norme confuse e mezzi inadeguati

Roma 14 novembre 2012
"I disastrosi eventi climatici degli ultimi giorni, che hanno devastato alcune regioni e causato anche vittime, richiamano l'attenzione sulle cause del dissesto idrogeologico del nostro paese".

L'Accademico dei Lincei Giovanni Seminara, dell'Università di Genova, afferma che "l'Italia è stretta in una morsa, da un lato il quadro normativo, tuttora fondato su Regi Decreti di inizio '900, confuso in cui si intrecciano norme europee, nazionali, regionali che faticano ad integrarsi perché prive di un disegno unitario e coerente e dall'altro l'inadeguatezza delle risorse finanziarie che impediscono di realizzare misure strutturali di difesa dal rischio idrogeologico".

All'Accademia dei Lincei, ricorda Seminara, in occasione della giornata dell'acqua del 2012 è stato preparato un documento in cui si afferma che l'Italia ha "urgente necessità di mettere mano ad un'opera di sistematica ristrutturazione del Sistema dei Servizi Meteorologico, Idrografico e Geologico".
Il seguito del comunicato stampa dei Lincei.

Accademia dei Lincei, 12. Giornata mondiale dell'acqua, incontro-dibattito Cosa non funziona nella difesa dal rischio idrogeologico nel nostro paese? Analisi e rimedi, 23 marzo 2012. Riassunti (132 p. in .pdf)

Comments

Popular posts from this blog

Derek Walcott "Alla fine di questo verso c'è una porta che si apre"

Derek Walcott (1930-2017) sul sito "Letteratura" di Rai Cultura

Marco D'Eramo presenta "Il selfie del mondo"

La città turistica come messinscena: un estratto dal saggio di Marco d’Eramo, Il selfie del mondo. Indagine sull’età del turismo, sul sito dell'associazione "cheFare".