Skip to main content

US Geological Survey: terremoti e fracking


"Ci sono voluti anni di studi, ricerche, analisi di dati, allarmi, sospetti e smentite ma, alla fine, la conferma sembra essere arrivata: il fracking è potenzialmente pericoloso perché in grado di scatenare eventi sismici non trascurabili. È questa la conclusione che si ricava dal documento di previsione del rischio sismico per il 2016, relativo agli Stati centro-orientali degli USA, pubblicato dal Servizio Geologico degli Stati Uniti (United States Geological Survey). A rendere diverso da tutti gli altri (e anche piuttosto inquietante) il report dello scorso 28 marzo, appena rivisto il 17 giugno, sono due parole: “terremoti indotti”. Perché è la prima volta che l’agenzia governativa USA preposta a monitorare le questioni geologiche del Paese, prende in esame i terremoti indotti oltre a quelli di origine naturale. Ma, poi, indotti da chi? Ovviamente dagli uomini e dalle attività estrattive, prima fra tutte il famigerato fracking, la controversa tecnica di fratturazione idraulica delle rocce per estrarne shale gas e petrolio.

[...]

E, se ancora non bastasse, sul sito web dell’USGS si legge: «Come anche in altre parti del mondo, ci sono prove che alcuni terremoti verificatisi nella zona centrale e orientale degli Stati Uniti, sono stati attivati ​​o causati dalle attività umane che hanno modificato le condizioni di stress nella crosta terrestre, in misura sufficiente a indurre la fagliazione. Le attività che hanno indotto tali terremoti includono l’arginamento di acque con dighe, l’iniezione di liquidi nella crosta terrestre, l’estrazione di fluidi o gas, e la rimozione di roccia in attività minerarie o estrattive. Sebbene si presuma che il numero dei terremoti indotti sia molto più piccolo di quello dei terremoti naturali, molti sismologi sono convinti che in alcune regioni, come gli Stati centro-meridionali degli USA, una maggioranza significativa dei recenti terremoti siano stati indotti dall'uomo».

L'intero articolo di Romualdo Gianoli, Terremoti e fracking: uno studio americano conferma il legame, sulla rivista Micron.

US Geological Survey, 2016 one-year seismic hazard forecast for the Central and Eastern United States from induced and natural earthquakes, giugno 2016 (ver. 1.1).

Comments

Popular posts from this blog

Marco D'Eramo presenta "Il selfie del mondo"

La città turistica come messinscena: un estratto dal saggio di Marco d’Eramo, Il selfie del mondo. Indagine sull’età del turismo, sul sito dell'associazione "cheFare".

Agenda Ambientalista 2018

L’Agenda Ambientalista 2018 con le sue proposte vuole costituire un contributo alla ri-conversione ecologica del Paese rivolto alle forze politiche che si confrontano nella campagna per le elezioni nazionali 2018 e in vista del confronto sul programma del nuovo Governo con il Presidente del Consiglio, che sarà incaricato. Le 23 Associazioni promotrici dell’Agenda Ambientalista 2018 sono: Accademia Kronos, AIIG, Associazione Ambiente e Lavoro, CTS, ENPA, Fare Verde, Federazione Pro Natura, FIAB, Forum Ambientalista, Greenpeace Italia, Gruppo di Intervento Giuridico Onlus, Gruppi di Ricerca Ecologica, Italia Nostra, Legambiente, LIPU, Marevivo, Mountain Wilderness, Rangers d’Italia, SIGEA, Slow Food Italia, TCI, VAS, WWF. LEGGI LE PROPOSTE sul sito del Gruppo d'Intervento Giuridico.